COME "FARE LE COSE PER L'ALTRO" IN AMORE SENZA RIMETTERCI IL PROPRIO EQUILIBRIO

08/07/2021

Sono appena tornata da una mini convivenza di campeggio con un amico single che sottolineava come (secondo lui) ci siano dei lavori da uomo e altri da donna. Ad esempio il BBQ lo faceva lui, ma lavare i piatti toccava a noi femmine...

Quante volte sei incappata in questi stereotipi?

Non è mia intenzione ora discutere come si sono create queste convinzioni né valutare se siano giuste o meno, vorrei però invitarti a porre l'attenzione su come vengono VISSUTE questa attività nella coppia...

Se svolgere i soliti compiti non ti crea stress, disagi e pesantezza il problema non sussiste.
Ma se invece ti senti sacrificata, sovraccarica, poco apprezzata, sminuita, criticata, non rispettata, allora continua a leggere per avere una soluzione che può aiutarti a ristabilire l'equilibrio.

Spesso succede che con il passare del tempo insieme, le pratiche quotidiane diventano abitudini malsane che vengono date per scontato da uno o dall'altra e aggiunte ad altri problemi di vita provocano incomprensioni per lo più inutili.

Ad esempio lui la mattina lascia i resti di quello che mangia sul piano cucina, quando torna a casa lancia i vestiti dove gli capita e chiede dove sono finiti quei pantaloni stirati perché è di fretta per un appuntamento, e quando poi a cena, tra un boccone e un lamento, le fa notare che le piante in casa stanno morendo di sete, lei esplode in un bel

"Ma devo pensare a tutto io?"

Si innesca così un MALINTESO di percezioni da parte di entrambi, in cui la noncuranza dei bisogni altrui, equivale alla SCARSA DIMOSTRAZIONE DI AMORE che sfocia in frustrazione, risentimento, sfiducia e a volte malesseri fisici anche importanti. 

Nel mio percorso 10 Settimane Per Vivere L'Amore Che Meriti suggerisco innanzitutto di osservare quali attività stanno complicando la convivenza per poi trovare un momento opportuno in cui mettersi a tavolino e comunicare in modo onesto, come?

Ognuno fa una lista di lavori e favori che sente piacevoli, accettabili e si riesamina insieme come distribuire le cose da fare. 

Ricorda di aprire il dialogo con "IO..." piuttosto che "TU..." Non ci sono colpe bensì responsabilità da suddividere senza gravare su di una parte.

Esprimersi in modo chiaro e autentico aiuta a liberarsi da quei carichi che si manifestano come problemi di stomaco, mal di schiena, respiro corto ecc. 

Quando ti rendi conto che invece di RASSEGNARTI a una realtà di ruoli predefiniti PUOI BILANCIARE e semplificare il rapporto di coppia allora l'equilibrio e il benessere personale diventano una conseguenza.

Quale compito senti di voler rivalutare al più presto?